USA LA TUA TESTA

Contro il condizionamento mediatico

  • Questo non è un normale sito di informazione alternativa.
    Il nostro progetto tenta di portare la conoscenza in strada, a disposizione della gente comune, che non si documenta tramite il web ma solamente con giornali e tv.
    Il primo passo per cambiare è che tutti noi diventiamo partecipi dell'informazione, smettendola con la sola agitazione sul web e annullando i confini che ci separano. Dobbiamo formare un gruppo compatto che lavori con efficacia e si espanda ovunque.
    Il nostro scopo è far recuperare il libero pensiero alla gente e spingere ognuno ad interpretare notizie e informazioni con la propria testa.
    Solo in questo modo si può sperare in un cambiamento.

  • Enter your email address to subscribe to this blog and receive notifications of new posts by email.

    Segui assieme ad altri 90 follower

  • Archivio mensile

    gennaio: 2010
    L M M G V S D
    « Dic    
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    25262728293031
  • Gestito da:

  • Meta

  • Blog Stats

    • 90,990 hits
  • wordpress com stats plugin

L’IMPORTANTE E’ APPARIRE

Posted by mrdrago88 su 25 gennaio 2010

Uno dei mali più grandi del nostro tempo è la cultura dell’immagine e della visibilità (culto dei VIP, dello starsystem mediatico) che consiste nel porre una persona al centro della scena, venerandola e mettendo da parte tutte le altre, facendogli così assumere un ruolo marginale. L’attuale socetà è pervasa in ogni suo livello da questo sistema.

Siamo arrivati ad accettare che esistano persone più importanti di altre persone… persone più importanti di me e te.

Milioni di persone, soprattutto giovani, crescono nell’incapacità di identificarsi. Per sfuggire a questa “crisi d’identità” fanno di tutto, solitamente assumendo comportamenti assurdi, deleteri, stupidi , solo perché quelli che contano, i Vip, fanno esattamente la stessa cosa, che però a loro garantisce impunità, anzi ancor più fama, e ancor più privilegi.

Anche se non ce ne accorgiamo, il messaggio che nasce nella mente di ognuno di noi nell’adolescenza e che ci accompagna per il resto della vita che viviamo in questo sistema è “se non sono visibile non sono nessuno”, “sono uno come un altro, non sono importante, faccio parte della massa, sono uno qualsiasi”, “i miei genitori non sono importanti, quindi io non sono importante”, ecc…
Questo comporta danni incredibili a livello sociale, quali la perdita dell’autostima e del senso critico, l’anteporre le apparenze alla sostanza, la perdita della coscienza di se, della capacità di amarsi e di sentirsi degni. Basti vedere come i valori come la famiglia, l’amore, l’amicizia e il lavoro sono stati distrutti a favore dell’egoismo e dall’essere single, dall’odio, dall’invidia, dalla carriera.

Ma il danno maggiore è l’ incapacità di reagire alle ingiustizie, alla perdità di coscienza di poter cambiare le cose. Si è formata così una massa di cittadini acritici, privi di qualsiasi forma di partecipazione. E questo è successo a qualsiasi livello sociale, sia sul palinsesto mediatico, che sul campo politico, sul lavoro, nelle cene, nel proprio gruppo al bar… poche persone che dicono la loro opinione senza che venga contestata da qualcun altro per paura dell’interlocutore di esprimere la propria idea, in quanto considerata inappropriata, indegna o non all’altezza. Basta guardarsi intorno.

Ognuno di noi deve rimettersi al centro, indipendentempente dalla propria cultura, dal proprio aspetto, dalle proprie capacità, dai propri talenti, liberarsi dalle insicurezze e ritornare partecipe delle proprie azioni, smettendola di essere uno spettatore. Solo in questo modo una socetà può propendere per i valori della pace, del rispetto, della giustizia e dell’ascolto reciproco.

Annunci

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: